Tutti gli articoli di Operatore Eventi

Cinquant’anni non sono bastati

BibliocaffèSuiGeneris del Polo culturale presenta il libro “Cinquant’anni non sono bastati”

Sono trascorsi 50 anni dalla sentenza 33/1960 della Corte costituzionale che segnò l’inizio delle modifiche legislative che hanno portato all’eliminazione delle discriminazioni contro le donne per l’accesso alle carriere pubbliche. Ne parleremo il 1° marzo alle ore 15.00, nella sede di viale America 201, sala CUG

L’evoluzione della comunicazione attraverso la posta

L’Associazione Filatelici italiani ed il Polo culturale del  MISE promuovono la  conferenza dal titolo “L’evoluzione della comunicazione attraverso la posta”, che si terrà nella sede del Ministero a Palazzo Piacentini, in via Veneto 33, l’8 aprile dalle 15.30 alle 18.30.

Per l’occasione sono previsti interventi sul tema del messaggio scritto e viaggiato in un arco temporale di circa 4000 anni, quindi dai primi messaggi incisi sulle tavolette d’argilla alle prime missive private dell’alto medioevo, per arrivare al secolo della rivoluzione industriale con l’invenzione del francobollo e le prime deliberazioni dell’Unione Postale Universale.                                                         

La Conferenza vuole ricordare l’importanza della comunicazione viaggiata per posta, come grande testimone storico della evoluzione della società umana.

In un momento in cui è inarrestabile l’impiego dei messaggi informatici che generalmente non lasciano traccia scritta, parlare della posta vuol dire ricordare l’importanza di una delle prime grandi invenzioni dell’uomo ma anche ricordare il fascino offerto ancora oggi dalla lettera.BROCHURE evoluzione comunicazione e posta_8 aprile 2017

Comunicazione e intelligence nella Grande Guerra

comunicaizone intelligence fotoIl 19 giugno a Palazzo Piacentini dalle ore 9,30 alle 13,30 si terrà il Convegno dal titolo “TELECOMUNICAZIONI E INTELLIGENCE NELLA GRANDE GUERRA” nell’ambito delle iniziative legate alla ricorrenza del centenario della prima guerra mondiale.

brochure 

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a: museo.comunicazioni@mise.gov.it

Per ricostruire tutta l’ampia dimensione storica e sociale della Prima Guerra Mondiale, l’approccio multidisciplinare è sicuramente quello più efficace e coinvolgente. In occasione dei cento anni dall’intervento dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale, il Polo culturale del Ministero dello Sviluppo Economico dedica a questo periodo storico un ampio spazio organizzando seminari tematici e mettendo a disposizione una serie di item del fondo posseduto dal proprio Museo storico della comunicazione.Gli appuntamenti dedicati alla Grande Guerra sono iniziati lo scorso 26 maggio con l’apertura di una mostra presso il Museo Storico della Comunicazione dell’Eur che resterà visitabile fino alla fine del 2015. 

Ulteriori eventi saranno organizzati nel prossimo autunno.

La comunicazione nella grande guerra: appuntamenti del Polo

grande_guerra_al_museo_26_maggio

Il 26 maggio  presso il Museo storico della comunicazione in viale Europa – Roma EUR – si è aperta la Mostra tematica  dedicata alla Prima Guerra Mondiale con un convegno dal titolo “La comunicazione nella grande guerra. Per un dizionario dei media e dei messaggi in una guerra di parole, immagini e tecnologie”.

La mostra resterà aperta per tutto il mese di giugno.

Il prossimo Convegno si svolgerà a Palazzo Piacentini il 19 giugno  su “Intelligence e censura nella grande guerra”

 Per prenotare visite guidate gratuite rivolgersi a museo.comunicazioni@mise.gov.it

Esposizione dei beni museali e bibliotecari di Palazzo Piacentini

Il 18 dicembre dalle ore 10,00 alle ore 13,00 presso la sala del Parlamentino, in Via Veneto 33 a Roma, il Polo culturale del Ministero dello Sviluppo Economico organizza un’esposizione dei beni museali e bibliotecari di Palazzo Piacentini, accompagnata da un seminario sul patrimonio storico-culturale racchiuso nel Palazzo stesso e una mostra fotografica intitolata “Le mani della tradizione” a cura di Thomas Quintavalle, sul lavoro delle aziende storiche del made in Italy.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha la responsabilità di un prestigioso patrimonio artistico, documentale, librario, filatelico e strumentale che è il risultato dei vari accorpamenti tra Amministrazioni dello Stato avvenuto nel corso degli anni a cavallo tra il XX e il XXI secolo.  

Palazzo Piacentini, sede centrale del Ministero dell’Industria, Commercio e Artigianato, progettato dagli architetti Piacentini e Vaccaro, con il suo patrimonio di quadri, sculture, arredi, particolari architettonici.

Saranno esposti alcuni dei cimeli e documenti, conservati presso il Museo Storico della Comunicazione che custodisce oltre 950.000 pezzi tra francobolli antichi e moderni, bozzetti, cartoline postali e circa 90.000 fra timbri postali e suggelli.

Alle ore 10.00 ci sarà il saluto di apertura del Ministro Federica Guidi.

Seguirà poi il discorso introduttivo della dott.ssa Gilda Gallerati,  coordinatrice del Polo culturale, e gli interventi di esperti di storia dell’arte e diritto, che si alterneranno in questo ordine:

Ore 10.30 Adriana CapriottiStorico dell’Arte – Funzionaria responsabile del Polo romano beni culturali – patrimonio città di Roma presso il Ministero per i beni e le attività culturali

“Consistenza e conservazione del patrimonio culturale del Ministero dello Sviluppo economico”

Ore 11.00 Valerio PalmieriArchitetto e Ricercatore presso il dipartimento di Architettura dell’università di Roma tre cattedra di Composizione architettonica e urbana

“Marcello Piacentini: professione e ricerca di uno “scultore di città

Ore 11.40 Michele LuminatiProfessore ordinario di storia e teoria del diritto all’università di Lucerna – Direttore dell’Istituto Svizzero di Roma

“Il Corporativismo: un gatto nero in una stanza buia?”

Ore 12.15 Francesca Brezziprofessore ordinario di Filosofia morale presso l’Università degli Studi Roma Tre

“Un’automobile ruggente che sembra correre sulla mitraglia, è più bella della Vittoria di Samotracia”

Foto vetrata di Sironi

Polo culturale del Ministero dello Sviluppo Economico

www.cultura.mise.gov.iturp@mise.gov.it

Visite guidate gratuite

Tel. 06 4705 2724-2631