Tutti gli articoli di Operatore Eventi

2019: FUGA DAI SOCIAL? Le ragioni per andarsene e i motivi per rimanere

Nel Parlamentino di Palazzo Piacentini, martedì 28 maggio alle ore 10, il terzo dei momenti di approfondimento e analisi dedicati al mondo del digitale: una riflessione critica sui social media dal punto di vista sociologico, geopolitico, etico, economico, tecnologico, culturale.
Ne discutiamo con:

Nicola Zamperini | “Dell’ineluttabilità dei social network”
Giornalista professionista, consulente per le strategie digitali di grandi aziende e istituzioni, Nicola Zamperini ha scritto “Manuale di disobbedienza digitale” (editore Castelvecchi).

Gino Roncaglia | “Non solo Facebook: i molti volti del social reading”
Professore associato di Editoria digitale e Informatica umanistica all’Università degli Studi della Tuscia, Gino Roncaglia è membro del gruppo di esperti italiani nominati dal MIUR per il programma europeo Horizon2020.

Vera Gheno | “Circoli virtuosi: stare sui social per fare la differenza”
Sociolinguista, traduttrice letteraria, esperta di comunicazione mediata dal computer, Vera Gheno è docente a contratto presso l’Università degli Studi di Firenze. Gestisce il profilo Twitter dell’Accademia della Crusca.

Lucio Caracciolo | “Geopolitica della guerra delle informazioni. Noi fra Usa e Cina”
Considerato uno dei massimi esperti italiani di geopolitica, Lucio Caracciolo dirige la rivista italiana di geopolitica Limes, che ha fondato nel 1993, e la Eurasian Review of Geopolitics Heartland.

Dario Fabbri | “Utilizzo spionistico e militare dei social network”

Cinquant’anni non sono bastati

BibliocaffèSuiGeneris del Polo culturale presenta il libro “Cinquant’anni non sono bastati”

Sono trascorsi 50 anni dalla sentenza 33/1960 della Corte costituzionale che segnò l’inizio delle modifiche legislative che hanno portato all’eliminazione delle discriminazioni contro le donne per l’accesso alle carriere pubbliche. Ne parleremo il 1° marzo alle ore 15.00, nella sede di viale America 201, sala CUG

L’evoluzione della comunicazione attraverso la posta

L’Associazione Filatelici italiani ed il Polo culturale del  MISE promuovono la  conferenza dal titolo “L’evoluzione della comunicazione attraverso la posta”, che si terrà nella sede del Ministero a Palazzo Piacentini, in via Veneto 33, l’8 aprile dalle 15.30 alle 18.30.

Per l’occasione sono previsti interventi sul tema del messaggio scritto e viaggiato in un arco temporale di circa 4000 anni, quindi dai primi messaggi incisi sulle tavolette d’argilla alle prime missive private dell’alto medioevo, per arrivare al secolo della rivoluzione industriale con l’invenzione del francobollo e le prime deliberazioni dell’Unione Postale Universale.                                                         

La Conferenza vuole ricordare l’importanza della comunicazione viaggiata per posta, come grande testimone storico della evoluzione della società umana.

In un momento in cui è inarrestabile l’impiego dei messaggi informatici che generalmente non lasciano traccia scritta, parlare della posta vuol dire ricordare l’importanza di una delle prime grandi invenzioni dell’uomo ma anche ricordare il fascino offerto ancora oggi dalla lettera.BROCHURE evoluzione comunicazione e posta_8 aprile 2017

Comunicazione e intelligence nella Grande Guerra

comunicaizone intelligence fotoIl 19 giugno a Palazzo Piacentini dalle ore 9,30 alle 13,30 si terrà il Convegno dal titolo “TELECOMUNICAZIONI E INTELLIGENCE NELLA GRANDE GUERRA” nell’ambito delle iniziative legate alla ricorrenza del centenario della prima guerra mondiale.

brochure 

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a: museo.comunicazioni@mise.gov.it

Per ricostruire tutta l’ampia dimensione storica e sociale della Prima Guerra Mondiale, l’approccio multidisciplinare è sicuramente quello più efficace e coinvolgente. In occasione dei cento anni dall’intervento dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale, il Polo culturale del Ministero dello Sviluppo Economico dedica a questo periodo storico un ampio spazio organizzando seminari tematici e mettendo a disposizione una serie di item del fondo posseduto dal proprio Museo storico della comunicazione.Gli appuntamenti dedicati alla Grande Guerra sono iniziati lo scorso 26 maggio con l’apertura di una mostra presso il Museo Storico della Comunicazione dell’Eur che resterà visitabile fino alla fine del 2015. 

Ulteriori eventi saranno organizzati nel prossimo autunno.

La comunicazione nella grande guerra: appuntamenti del Polo

grande_guerra_al_museo_26_maggio

Il 26 maggio  presso il Museo storico della comunicazione in viale Europa – Roma EUR – si è aperta la Mostra tematica  dedicata alla Prima Guerra Mondiale con un convegno dal titolo “La comunicazione nella grande guerra. Per un dizionario dei media e dei messaggi in una guerra di parole, immagini e tecnologie”.

La mostra resterà aperta per tutto il mese di giugno.

Il prossimo Convegno si svolgerà a Palazzo Piacentini il 19 giugno  su “Intelligence e censura nella grande guerra”

 Per prenotare visite guidate gratuite rivolgersi a museo.comunicazioni@mise.gov.it